FacebookTwitterYouTube
Numero Verde

Odontoiatria Laser

a cura del Dott. Luca Leoci

L’odontoiatria laser assistita è una nuova tecnologia che tratta le patologie orali offrendo una migliore efficacia terapeutica ed un maggior comfort per il paziente.
In campo odontoiatrico il laser può essere utilizzato per le patologie dei tessuti duri (cura e diagnosi precoce di patologie cariose, desensibilizzazioni), dei tessuti molli (parodontologia, chirurgia orale, herpes, afte, stomatiti, endodonzia) ed odontoiatria infantile. I principali
vantaggi che il laser può garantire al paziente ed al professionista sono:


- riduzione od assenza di anestesia

- emostasi

- diminuzione di edema post-operatorio

- decontaminazione del sito post-chirurgico

- riduzione dei tempi di guarigione

- interventi più sicuri su pazienti coagulopatici e cardiopatici

 

Il laser e la sua energia sono conosciuti e sperimentati dall’uomo da più di cinquant’anni e sono ormai passati quasi quarant’anni dalle prime pionieristiche applicazioni del laser a rubino in odontoiatria. Il suo utilizzo in un numero sempre maggiore di applicazioni nei diversi settori delle attività umane, è caratterizzato dai risultati raggiunti in termini di efficienza e potenzialità dimostrate in fase applicativa. La grande fiducia suscitata dall’uso della tecnologia laser nei diversi campi, ha fatto sì che per tutti diventasse sinonimo di “precisione, efficienza e affidabilità".


IL LASER IN ODONTOIATRIA
La parola LASER è un acronimo che significa L (Light) A (Amplification) by S (Stimulated) E (Emission) of R (Radiation), cioè un raggio di luce che ha le caratteristiche di essere monocromatico, coerente e collimato. Esistono diversi tipi di laser con diversi mezzi attivi, diverse lunghezze d’onda e quindi differenti campi applicativi. L’odontoiatria laser assistita è una nuova tecnologia che tratta le patologie orali offrendo una migliore efficacia terapeutica ed un maggiore comfort per il paziente. E’ importante chiarire come il laser non debba sostituire o modificare le metodologie di lavoro tradizionali, ma sia da utilizzare in affiancamento ed a sostegno degli strumenti tradizionali.


PRINCIPALI CAMPI OPERATIVI
In campo odontoiatrico il laser può essere utilizzato per le patologie dei tessuti duri ( cura e diagnosi precoce di lesioni cariose, desensibilizzazioni ), dei tessuti molli ( parodontologia, chirurgia orale, herpes labiali, afte, stomatiti, endodonzia ), odontoiatria cosmetica (gengivoplastica, sbiancamento dentale) e odontoiatria infantile    (procedure più veloci e meno traumatiche).

laser in chirurgia orale

laser in chirurgia orale
Rapidità e precisione nelle procedure chirurgiche.

Limitato danno ai tessuti rispetto l’elettrobisturi.
Senza sanguinamento.
Nessun rischio di reinfezione.
Rapida guarigione della ferita senza punti di sutura.
Processo di guarigione senza complicazioni.


il laser in parodontologia

il laser in parodontologia
Supporta la terapia convenzionale.
Riduce la carica batterica nelle tasche.
Stacca il tessuto di granulazione.
Riduce l’utilizzo di antibiotici.

il laser in endodonzia

il laser in endodonzia
Riduzione della carica batterica nella radice e tubuli dentali.

Il trattamento convenzionale raggiunge una profondità di decontaminazione di 100 micron; nei tubuli dentali con laser a diodo 1000 micron.
Trattamento endodondico più sicuro .

il laser in implantologia

il laser in implantologia
Esposizione dell’impianto.

Terapia nella perimplantite.
Perimplantite chirurgica e terapia.
Decontaminazione impianto.

desensibilizzazione

desensibilizzazione
 Trattamento rapido senza dolore.

 Immediato sollievo per il paziente.
 Non  necessaria l’anestesia.

sbiancamento

sbiancamento
Accelera la procedura di sbiancamento.
Attiva il gel sbiancante.
Impatto tecnologico.

il laser in conservativa

il laser in conservativa
Trattamento senza dolore con poca anestesia.
Preparazione senza strumenti rotanti.
Minimo danno al tessuto circostante.
Opera e decontamina.  
Opera con raffreddamento.
Nessun danno termico comparando il trattamento con turbina o manipolo MM.

il laser in stomatologia

il laser in stomatologia
 Trattamento del dolore.
 Bio Stimolazione (aumenta l’ATP).
 Erpes labiale e afte.
 Migliore guarigione della ferita.
 Dolore Temporomandibolare.    
 Sopprime il senso di soffocamento.
 Non è richiesta l’anestesia.