FacebookTwitterYouTube
Numero Verde

Ortodonzia

Si occupa di correggere la posizione dei denti migliorando:

- funzione
- masticazione
- respirazione
- estetica
 
ORTODONZIA FISSA    a cura del Dott. Ciccione Adalberto
 

E’ quella branca dell’ortodonzia che si occupa di muovere i denti, con l’osso e la gengiva che li circondano, sollecitandoli per mezzo di apparecchi che vengono fissati temporaneamente ai denti e che li portano nella posizione corretta.

Vi sono differenti tipi di meccaniche utilizzabili, alcune delle quali rimangono all’interno delle arcate dentarie, altre possono venire incollate sulla faccia esterna del dente.Alcune parti di questi apparecchi, gli attacchi (brackets), possono essere in metallo, oppure anche se leggermente più ingombranti, in materiali estetici color dei denti.

Nei casi in cui trovano indicazione, questi apparecchi hanno il vantaggio di svolgere la loro azione 24 ore al giorno, senza il bisogno di particolari sforzi collaborativi.

Non potendo essere rimossi, rendono  l’igiene più difficoltosa, è necessario quindi avere pazienti molto attenti e scrupolosi nel lavarsi i denti per evitare che eccessivo ristagno di placca possa causare danni a denti e gengive.

Come per le altre aree dell’ortodonzia si parte dall’individuazione del problema (diagnosi) avvalendosi di una serie di esami: visita ortodontica ,esami radiografici,foto,modelli delle arcate dentarie ricavati dalle impronte ,etc.  

Il materiale raccolto servirà per lo studio del caso da cui nasceranno delle proposte terapeutiche.

La terapia ortodontica fissa può trovare indicazione nelle varie età a cominciare dall’ortodonzia preventiva (intrapresa durante gli stadi più attivi della crescita dentale e dello scheletro cranio-facciale),durante l’adolescenza e sempre più frequentemente nell’età adulta anche più avanzata.

L’ortodonzia può rappresentare l’unica terapia a cui si è sottoposti oppure nei casi più complessi può essere uno degli elementi che compongono una sequenza terapeutica per il raggiungimento di un risultato ottimale.

I denti rispondono agli stimoli a cui vengono sollecitati ,per tutta la vita.Anche quelli che non sono mai stati mossi con l’apparecchio.Per questo a fine cura si è soliti applicare delle contenzioni che mantengano nel tempo la posizione dentale raggiunta

L’obiettivo della terapia ortodontica è di raggiungere un estetica e una funzione soddisfacente per l’assistito e per l’ortodontista.

Come per le altre branche dell’odontoiatria l’assistito partecipa in modo attivo al raggiungimento del risultato finale a cominciare dal coinvolgimento nella discussione del trattamento, per proseguire con la corretta manutenzione e gestione dell’apparecchiatura (manovre di igiene orale complete e puntuali,evitando comportamenti che possano determinare il distacco di componenti dell'apparecchio) per finire con l’adesione al programma dei controlli durante e dopo il trattamento.

Classica

attraverso apparecchi funzionali, mobili e fissi o ortopedici costruiti con materiali metallici e/o estetici

Classica
 

Trasparente

attraverso l’utilizo di mascherine in materiale plastico trasparente

Trasparente